HAM
 

Paolo Tommasini esprime la sua arte attraverso una particolare tecnica, denominata Raku.

 

Raku vuol dire "gioire il giorno", vivere in armonia con le cose e gli uomini. Questa tecnica ceramica ha origine in Giappone nel XVI secolo dov'è esclusivamente riservata alla cerimonia del tè. Rinnovato e reinventato, il Raku arriva in Occidente alla fine degli anni Sessanta.

 

In questa tecnica terra, acqua e fuoco sono i principali protagonisti con i loro valori primordiali legati all'estro dell'uomo. Secondo la tecnica Raku, i pezzi estratti dal forno ancora incandescenti, vengono immediadamente posti in recipienti metallici pieni di combustibile di vario tipo (segatura, paglia, foglie secche, ecc) e subito coperti al fine di ottenere una forte riduzione dovuta alla mancanza di ossigeno.

 

In questo modo l'ambiente riducente creato provoca lustri e riflessi dovuti alla reazione chimica degli ossidi metallici presenti negli smalti e nel particolare tipo di argilla refrattaria impiegata. Da ciò deriva che, ogni oggetto creato attraverso questa particolare tecnica, risulterà sempre unico ed irripetibile sia nei riflessi che nei colori.

raku